Viva la Vita!

Il programma pedagogico

Il programma è suddiviso in tre fasi: Accoglienza, Pre-reinserimento, Preparazione al reinserimento.

Prima fase

Questa prima fase, detta “dell’accoglienza”, prevede una eventuale disintossicazione che di solito avviene in collaborazione con il Servizio Tossicodipendenze dalla Asl 3 Zona Valdinievole, che dà all’utente la possibilità dell’ingresso in struttura tenendo contemporaneamente sotto controllo l’astinenza.
L’utente viene inserito all’interno di un settore (cucina, lavanderia, manutenzione, canile ecc.). Seguito da un responsabile, il ragazzo riveste all’interno del settore una precisa mansione, destinata ad essere aumentata sulla base della propria crescita.
A seconda della crescita personale dell’individuo il programma prevede anche attività lavorative a scopo terapeutico che si svolgono presso i locali della Valdinievole Cooperativa Sociale.
Un giorno alla settimana vengono svolti gruppi per la discussione delle varie tematiche che ogni ragazzo può incontrare durante il percorso comunitario, fermo restando particolari esigenze che vengono affrontate in qualunque momento.

Seconda fase

La fase successiva detta del pre-reinserimento dove, pur continuando ad avere delle mansioni specifiche, con un carico di responsabilità maggiore, gli utenti accolgono e sostengono i nuovi arrivati nella loro fase iniziale. Gli utenti nella fase del pre-reinserimento hanno maggiori opportunità come la possibilità di uscire in un gruppo insieme ad un responsabile per almeno due volte al mese e la possibilità, in seguito ad attenta valutazione del responsabile della fase, di comunicare telefonicamente con i propri familiari.

Terza fase

Questa è la fase più importante, quella di preparazione al reinserimento; L’accesso a questa fase e le modalità di svolgimento della stessa vengono concordate con gli operatori del Ser.T.
Durante questa fase i ragazzi del reinserimento, oltre a essere a completa disposizione della comunità, e quindi degli altri utenti che la compongono, progettano di concerto con i responsabili il proprio reinserimento a tutto campo nella società, anche attraverso altre attività di tipo lavorativo a scopo terapeutico.

A conclusione dell’intero percorso, al fine di verificare il corretto andamento del reinserimento, i ragazzi già inseriti nel mondo del lavoro e che sono rientrati nell’ambito familiare, sono invitati a proseguire i contatti con la Comunità per un periodo che può variare a seconda delle individualità e dei percorsi compiuti. Questa ultimissima fase rappresenta la quarta e definitiva fase di un completo programma comunitario.

Il reinserimento rappresenta per il Gruppo Valdinievole, il modo più efficace per uscire dalle problematiche della tossicodipendenza, sia dal punto di vista psicopedagogico che sociale. La filosofia di approccio al problema, adottata dal Gruppo Valdinievole, considera il tossicodipendente come soggetto e non come oggetto del trattamento. L’intervento, infatti mira a modificare i modelli comportamentali e gli stili di vita del soggetto tossicodipendente, sia nei confronti delle propria famiglia che nei confronti dell’ambiente sociale più vasto.

Il Gruppo Valdinievole, dopo attenta valutazione della persona e un’analisi delle possibilità d’impiego sul territorio, predispone l’inserimento lavorativo in tempi e modi confacenti alle singole situazioni. Il reinserimento di queste persone è dunque, oltre ad un protocollo terapeutico, un vero investimento produttivo e non più una pura e semplice fonte di assistenzialismo improduttivo per la Comunità.

Verified by MonsterInsights